Ricetta della domenica: “Insalata di aringhe con funghi gallinacci”

Questa settimana grazie all’alta IRPININA e ai suoi monti abbiamo trovato dei Funghi  GALLINACCI

Per la preparazione di questa ricetta si possono utilizzare sia le aringhe affumicate che quelle salate, ricordando però che occorrono circa otto ore di ammollo nel latte per quelle affumicate. Quelle salate vanno invece passate sotto l’acqua per togliere un po’ di sale, quindi vanno poste a bagno nell’acqua per un paio d’ore.

Ingredienti

  • funghi gallinacci circa mezzo chilo
  • 200 grammi di acciughe
  • 2 cipollotti
  • olio di oliva
  • un limone
  • un gambo di sedano tenero
  • sale (pochissimo)

Preparazione

Fase 1

Innanzitutto occorre pulire i funghi togliendo le parti più dure, eliminando tutta la terra e poi lavandoli con cura. Quindi vanno messi a bollire per circa un quarto d’ora, dopodiché si devono scolare e lasciarli raffreddare.

Fase 2

Le aringhe, siano esse affumicate o salate, dopo l’ammollo vanno asciugate bene, sfilettate, quindi tagliate a listarelle in una zuppiera. A esse si devono unire il sedano e i cipollotti (lavati e asciugati) tagliati molto finemente, e i funghi anch’essi ridotti in piccoli pezzi.

Fase 3

Non resta che usare un pizzico di sale, versare l’olio, il succo di limone e mescolare. L’insalata va poi posta in frigorifero mezzora prima di essere servita, ricordandosi di mescolare accuratamente.

Questa insalata deve essere considerata un antipasto e può essere servita con crostini di pane aromatizzati sfregando su di essi uno spicchio d’aglio e poi abbrustoliti.
I sapori sono abbastanza forti e si può scegliere un vino piuttosto corposo, sia esso bianco o rosso.