Il Salone Internazionale di Torino  è la più grande libreria italiana del mondo e la più grande fiera editoriale dell’area culturale del Mediterraneo. Una vetrina dove gli editori piccoli e medi hanno la stessa visibilità dei grandi marchi e dove anche l’editoria locale può farsi conoscere oltre i confini del proprio territorio.

Un immenso scaffale nel quale il grande pubblico può incontrare il libro in tutte le sue forme. I titoli più belli e curiosi, i volumi introvabili e le ultime novità, e-book, audiolibri, fumetti, multimedia.

Oltre 144mila le presenze registrate dal 10 al 14 maggio con il ritorno dei grandi editori e la partecipazione di nuove realtà.

Il Salone è un progetto della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, realizzato per l’edizione 2018 dalla Fondazione Circolo dei lettori e dalla Fondazione per la Cultura Torino. Dal 2016 il direttore editoriale è lo scrittore Nicola Lagioia.

Si tratta della 31esima edizione del Festival, che raccoglie l’intera scena editoriale italiana. Per cinque giorni, si avvicendano, da paesi di ogni continente, editori, scrittori, scienziati, registi, artisti, musicisti, premi Nobel, Pulitzer, Goncourt e Oscar. Il Salone del libro è ricco di numerosissimi eventi per la promozione della lettura e della cultura in generale.

Da Roberto Saviano a Piero Angela, da Daria Bignardi a Niccolò Ammaniti, da Maurizio de Giovanni a Marco Malvaldi passando per Paolo Giordano, Christian Raimo e Mauro Corona.

Ma anche Giuseppe Tornatore, Concita De Gregorio, Eduard Limonov, Francesco Pannofino, Herta Muller, Corrado Augias, Fabrizio Gifuni, Paolo Cognetti e tantissimi altri.

Centinaia gli eventi in programma nei 5 giorni del festival, da giovedì 10 a lunedì 14 maggio per tantissimi temi, dalla narrativa alla poesia, dalla scienza alla filosofia. Eventi a tema sport, viaggi, natura, fumetti, cucina e molto altro ancora.

Ho partecipato con piacere a diversi incontri e rinunciato a molti altri per motivi esclusivamente logistici.

Grande affluenza di pubblico in Sala Gialla per L’anno in Giallo di Sellerio editore,  coordinati da Bruno Gambarotta una rosa di autori di grande pregio: Silvia Gimenéz-Barletta, Marco Malvaldi, Francesco Recami, Alessandro Robecchi, Gaetano Savatteri, Fabio Stassi.

Sold out per la presentazione “spettacolo” di Sara al Tramonto di Maurizio de Giovanni. Attori professionisti del calibro di Maria Pia Calzone e Michele Placido si sono esibiti in uno spettacolo coinvolgente e ricco di colpi di scena, accompagnati dalle note della musica struggente del maestro Marco Zurzolo.

Il doppio appuntamento con gli scrittori, Andrea Moro-Fabio Volo segnato da una bella chiacchierata e mille domande dal pubblico.

Erri De Luca all’Arena Bookstock con “chi sono i diavoli custodi?” con una platea di studenti attentissimi ai quali si è dedicato senza riserve.

Nello Spazio Autori, Marilù Oliva accompagnata da Maurizio de Giovanni, ci ha raccontato, “Le Spose Sepolte” a cura di  HarperCollins.

Fabio Genovesi ci ha coinvolto con il racconto della sua storia in Sala Filadelfia con il suo “I canti della TV rotta”.

E ancora, de Giovanni con Massimo Carlotto e Luca D’Andrea per la presentazione di “Tre passi nel buio”. Noir, thriller e giallo raccontati dai maestri del genere.

Roberto Saviano in Sala Gialla “dal reale al seriale” a cura di Sky e Salone del Libro.

Al Caffè Letterario Francesco Recami, Autore de “La clinica Riposo e Pace” a cura di Sellerio Editore, ha regalato riflessioni e risate.

Sala Gialla per l’incontro con Piero Angela per la presentazione di “Viaggio nel mondo del paranormale.

Maurizio de Giovanni, Sala Filadelfia, ha letto Ed McBain “L’uomo dei dubbi” con la sua naturale partecipazione e ha invitato gli intervenuti, alla lettura dei capolavori del collega americano.

Il mio Salone è stato bello e ricco di emozioni.

Ho incontrato molti autori e amici che mi hanno supportata, ringrazio lo staff della Homo Scrivens e Aldo Putignano per l’ospitalità e per l’Antologia “Un giorno per la Memoria” di cui faccio parte, Giulio Perrone editore per la simpatia dimostrata, Paola Simeoni, Martin Rua, Erri De Luca, Maurizio de Giovanni, Anna Copertino, Serena Venditto, Paquito Catanzaro, Giancarlo Vitagliano, Marco Malvaldi, Massimo Gramellini, Francesco Recami, Annalisa Guida, Serena Capozzi, Alessandro Robecchi, Marco Zurzolo, Massimiliano Gallo, Angelo Mascolo, Andrea Moro, Brunella Caputo e MariaRosaria Pugliese.

Il dopo Salone mi fa pensare che per fortuna c’è ancora chi non si accontenta della televisione e continua ad amare i libri, chi li scrive e chi li produce. Lascio Torino felice, con un pensiero di continuità e l’attesa nel cuore per un nuovo grandissimo appuntamento: Napoli Città Libro dal 24 al 27 maggio 2018 nel complesso Monumentale di San Domenico Maggiore.

Lucia Montanaro