Non si ferma la marcia del Napoli che si sbarazza della pratica Verona e va in fuga nella classifica di Serie A (+4 sulla Juventus impegnata a Cagliari nel posticipo serale). Gara a senso unico ma gli azzurri sprecano tanto ed il primo tempo non si sblocca; ci pensa Koulibaly nella ripresa su angolo a svettare per il sospirato vantaggio. Il raddoppio è opera di Callejon che segna dopo più di 2 mesi: la formazione di Sarri è solida e sembra non volersi fermare, e senza i gol di Mertens…

REINA 6: senza voto se non fosse per quel tiro-passaggio di Pazzini a 10 dal termine.

HYSAJ 6: soffre nulla dietro e si lancia continuamente in avanti, ma con poca qualità.

ALBIOL 6,5: impeccabile nel poco lavoro difensivo, pulito nel far ripartire l’azione dei suoi. Alza bandiera bianca per un fastidio, speriamo nulla di grave e lascia il campo per l’ingresso del redivivo MAKSIMOVIC s.v.

KOULIBALY 7,5: sembra crescere partita dopo partita in maniera esponenziale. Non fa passare neanche uno spillo, sbaglia zero e sblocca una partita che si stava facendo complicata. Se non è il migliore difensore al mondo, poco ci manca.

MARIO RUI 6,5: il portoghese alterna cose buone ad altre discutibili ma il suo secondo tempo lascia ben sperare. Continuo nel proporsi sulla sinistra ed a duettare con Insigne ed Hamsik alla Ghoulam (o quasi…).

ALLAN 7: non sembra partire con lo stesso piglio delle altre giornate, ci sbagliavamo… Incredibile forza fisica, eccezionale recupera-palloni, suona la carica con il suo argento vivo. Attualmente pochi centrocampisti hanno il suo rendimento e la sua completezza nel campionato italiano!

JORGINHO 6: sbaglia qualche passaggio ma è apprezzabile per il fatto che rischi la giocata. Illuminante per un paio di suggerimenti, uno ad Hamsik nella prima frazione e l’altro ad Insigne nella ripresa.

HAMSIK  6: non incanta ma non è mai fuori dalla gara. Più grintoso e determinato del solito, si vede che l’obiettivo-scudetto lo sente vicino e lo esalta. Esce per ZIELINSKI 6 che in pochi minuti si rende protagonista di giocate di livello. Ferrari è frastornato e si gioca il bonus-giallo.

CALLEJON 7: lo spagnolo indistruttibile ed instancabile tenta un paio di assist non raccolti a dovere dai suoi compagni di squadra poco cattivi nell’attaccare la porta. Ed allora ci pensa lui, alla sua maniera, a chiudere sul secondo palo in spaccata per il raddoppio azzurro che regala serenità alla squadra. Finalmente si sblocca dopo due mesi e passa…

MERTENS 5: ed invece il belga proprio non vuol saperne di far gol in campionato. Si vede che è poco tranquillo e l’assenza del gol lo turba eccome. Non è nemmeno fortunato quando colpisce il palo a Nicolas battuto. Nella ripresa la squadra avrebbe bisogno di un suo guizzo ma Dries quasi sparisce dalla scena.

INSIGNE 6,5: non sta molto bene e nemmeno gioca alla grande. Poco continuo e poco presente nella manovra, fallisce una comoda occasione nel primo tempo. Ma un paio di giocate da top-player e l’assist per Callejon valgono il costo del biglietto. Nel finale esce per la standing-ovation e per far posto a ROG s.v.

SARRI 6,5: propone la formazione-tipo che mostra il solito spirito determinato e combattivo, arrembante. E’ proprio evidente: l’obiettivo è uno solo…

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati