La notte più amara, la delusione più cocente: non si poteva scegliere sceneggiatura peggiore per la folla partenopea accorsa al San Paolo che ha visto prevalere gli odiati nemici per 1-0 grazie ad un gol di Higuain, sí, proprio lui.
Il Napoli perde una lunga imbattibilità e vede vacillare il proprio primato in classifica che è nelle mani dell’ Inter (che domenica ospita il Chievo). Possesso palla e dominio schiacciante della squadra di Sarri che però è apparsa a dir poco appannata nei suoi interpreti offensivi. Una parentesi da cancellare il più in fretta possibile!

REINA 6,5: salva ad inizio gara su Higuain che pochi minuti dopo però lo infila. Bravo anche su Matuidi. Nella ripresa si gioca soltanto dall’altra parte.

HYSAJ 6: atleticamente ci sembra tra i migliori, ne ha fino alla fine ma, è noto, non ha la tecnica da sudamericano e risulta inoffensivo nelle sue continue scorribande.

ALBIOL 6: prime battute da incubo, sbaglia 3/4 palloni in maniera clamorosa e va in bambola. Cresce col tempo e diviene una barriera solida ed affidabile; nella ripresa praticamente il regista della squadra.

KOULIBALY 5: tanti interventi da campione, in un’occasione si “mangia” letteralmente Dybala. Ma tutto è macchiato dall’errore letale in occasione del gol di Higuain.

MARIO RUI 5: divide con Kalidou le colpe sul gol. In generale una partenza gagliarda ma con poca efficacia in termini offensivi. Cala alla distanza in maniera palese ed esce per MAGGIO S.V. che partecipa al forcing finale con poco costrutto.

ALLAN 6: lotta come sua consuetudine, ruba palloni sanguinosi anche nella trequarti avversaria e per poco non fa male ai bianconeri, mancando però la giocata finale. Nel finale quando servono piedi sapienti esce per ZIELINSKI 5 che aggiunge nulla, nessuna giocata atta a spostare gli equilibri. Anzi un cambio gioco sciagurato per poco non regala il raddoppio alla Juventus.

JORGINHO 5: parziale passaggio a vuoto per il centrocampista azzurro che paga anche lo scarso movimento dei compagni. Soffre e si limita a tanti, troppi passaggi in orizzontale di elementare fattura.

HAMSIK 5,5: meglio delle ultime uscite, soprattutto meglio di Udine. Troppo poco ancora per uno come lui, troppe giocate mai azzardate e tanto scolastiche.

CALLEJON 5: il dato dei 29 palloni giocati la dice tutta sulla sua non prestazione. Si nasconde e sbaglia anche appoggi in maniera clamorosa.

MERTENS 5: non pervenuto. Gioca sulla falsa riga delle recenti uscite. Braccato, non la becca quasi mai ed altrettante volte decide di inventarsi la giocata in terre meno esplorate. Un fantasma, e si becca pure un giallo.
 
INSIGNE 5,5:serata grigia anche per il Magnifico che però va vicino al pareggio con un sinistro in diagonale che finisce di un soffio a lato a Buffon battuto. Si fa male ed esce stremato per OUNAS 6 che non cambia le sorti dell’ormai compromesso incontro ma lancia un altro chiaro segnale a Sarri. Il ragazzo è pronto e merita maggiore spazio. Ha l’argento vivo addosso ed atleticamente sembra in palla.

SARRI 5: una volta tanto se la becca un’insufficienza, figlia di una sconfitta che scotta. Possesso di palla schiacciante ma poche idee e scarsa lucidità da parte degli atraccanti: vi era bisogno di una invenzione che non è arrivata. Purtroppo…

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati