“Ripensare l’uomo a partire dal mare” è il tema di MARetica (sabato 15 e domenica 16 settembre) la due giorni che Procida dedica alla narrazione e alla salvaguardia dell’ambiente. Con Alessandro Baricco, da tempo affezionato frequentatore dell’isola campana, e lo storico Claudio Fogu hanno aderito alla prima edizione, tra le numerose personalità del mondo scientifico e ambientalista e dello sport, l’archeologo Sebastiano Tusa, Brando Quilici e la leggenda del canottaggio Agostino Abbagnale. Nel corso del convegno inaugurale (ore 11,00,  Chiesa di Santa Margherita Nuova) si parlerà anche delle campagne “plastic free”, che stanno coinvolgendo molti comuni italiani, con esperti come Francesco Borgogna (autore di “Un Mare di Plastica”).  

Celebra il mare come “fulcro dell’immaginario umano” il “Premio MARetica” (ore 19 in Piazza Marina Grande con concerto di M’Barka Ben Taleb e Pietrarsa, dalle 20,30),  che per la sezione “narrativa internazionale”, presieduta da Alessandro Baricco è stato assegnato alla graphic novel  “Moby Dick” (Ed. Mondadori, 2014) del francese Christophe Chabouté, tra i più grandi maestri del fumetto contemporaneo.

Sono felice di restituire a Procida quanto mi ha dato, offrendo il mio contributo alle giornate di MARetica. Ho terminato di scrivere qui il mio ultimo libro. Procida è un isola unica, autentica, che vive seguendo i ritmi dei suoi abitanti e non quelli del turismo” dichiara Baricco che ha riunito in giuria altri “amici” dell’Isola di Arturo: Daria Bignardi, Valeria Parrella, Elisabetta Montaldo, Fabio Masi.

Per la sezione “saggistica”, presieduta da Claudio Fogu, docente  dell’Università della California Santa Barbara (in giuria Sebastiano Tusa, Paolo Frascani, Andrea Montanari e Fabio Rosciglione)  il premio va al libro “Atlante delle sirene” (Ed. Il Saggiatore, 2017) di Agnese Grieco. Il “Premio speciale Predrag Matvejević” rende omaggio a Folco Quilici.

Completa il programma delle giornate di MARetica, organizzate dal Comune di Procida con Associazione Canottieri Isola di Procida, nell’ambito del progetto “La Sagra del Mare” co-finanziato dalla Regione Campania, una ricca sezione sportiva con gare acquatiche multidisciplinari e cerimonia di premiazione “Trofeo del Mare – V Repubblica Marinara” (Marina Chiaiolella, domenica 16 settembre, ore 16).


IL PROGRAMMA

Si parte il 15 settembre alle ore 11 presso la Chiesa di Santa Margherita Nuova, che sovrasta la baia dei pescatori di Corricella, nel borgo medievale di Terra Murata, con l’inaugurazione della manifestazione e il convegno “MARetica: Ripensare l’uomo a partire dal mare“. Il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino darà il benvenuto ai convegnisti insieme a Nico Granito, Assessore cultura ed eventi del Comune di Procida, e a Domenico Scotto (Canottieri Isola di Procida) e Gianni Scotto (delegato al Turismo e allo sport del Comune di Procida), co-organizzatori e ideatori della manifestazione. Parteciperanno Claudio FoguSebastiano Tusa, archeologo già soprintendente del Mare  e attualmente Assessore alla Cultura della Regione Sicilia, Franco Andaloro, dirigente di ricerca della sede siciliana della stazione zoologica di Napoli Anton Dohrn, e lo scrittore Francesco Borgogno autore di numerosi saggi tra cui “Un Mare di Plastica”, Brando Quilici. Al convegno saranno presenti anche gli allievi dell’Istituto Comprensivo Capraro e dell’Istituto Nautico Caracciolo. Nel corso dell’inaugurazione sarà consegnato uno speciale riconoscimento ad Agostino Abbagnale, una “leggenda” del canottaggio mondiale, “per merito ed etica sportiva”.  

Dalle ore 19 in Piazza Marina Grande sarà assegnato il “Premio MARetica” alle due opere (sezioni narrativa e saggistica) che si sono distinte per la originalità con cui hanno trattato l’argomento mare. La giuria presieduta da Baricco, ha scelto per questa prima edizione “Moby Dick” (Ed. Mondadori, 2014) del francese Christophe Chabouté, tra i più grandi maestri del fumetto contemporaneo, un’originale trasposizione in bande dessinée (fumetto in francese) del capolavoro letterario di Herman Melville del 1851.

La giuria presieduta da Fogu ha assegnato il premio al libro “Atlante delle sirene” (Ed. Il Saggiatore, 2017) di Agnese Grieco, un “viaggio sentimentale tra le creature che ci incantano da millenni”. Tra testi, stampe, dipinti e codici miniati, l’autrice guida il lettore alla scoperta di questo mito senza tempo.

Durante la serata sarà consegnato anche il “Premio speciale Predrag Matvejević” alla memoria di Folco Quilici che nel 2017 scrisse “Tutt’attorno la Sicilia” (UTET), lo ritirerà il figlio Brando Quilici. Il libro è un viaggio letterario alla scoperta della Sicilia ed  è l’ultima opera del celebre documentarista e naturalista, scomparso lo scorso febbraio. Il riconoscimento è dedicato al grande saggista croato  autore del “Breviario Mediterraneo” (1987). 

La serata proseguirà con un concerto dalle magiche suggestioni mediterranee della cantante e musicista tunisina M’Barka Ben Taleb con i Pietrarsa (dalle 20,30)

Domenica 16 settembre alle ore 16 a Marina Chiaiolella, si svolgerà la cerimonia di premiazione della IV Edizione del “Trofeo del Mare di Procida – V Repubblica marinara”, ideato dalla Canottieri isola di Procida per rilanciare la tradizione nautico-marinaresca di Procida, attraverso la promozione degli sport acquatici. Gli atleti si misureranno in diverse discipline nello specchio d’acqua antistante il lido di Chiaiolella e nell’oasi naturalistica di Vivara. L’evento vedrà assegnato il trofeo perpetuo rimesso in palio da Pisa vincitrice dell’edizione 2017, la statua in basalto scolpita dall’artista procidano Nicola Scotto di Carlo, che verrà detenuta per un anno nella sede della repubblica vincitrice.

Il programma sportivo di qualificazioni è previsto la mattina dalle ore 10 alle ore 11.30 con le gare di coastal rowing: “Trofeo Campania Felix” per la categoria maschile, “Trofeo Graziella”, categoria femminile, Coppa “Pasquale Scotto di Carlo”, per la sezione ragazzi maschile. Spazio al Beach Volley alle 10 con il torneo procidano e alle 11:30 regata velica valevole per il Campionato zonale O’ Pen Bic. Si conclude con la gara di nuoto e il giro dell’isola di Vivara.