Sabato 27 aprile ore 10.30

Complesso Museale dei Pellegrini: una storia napoletana lunga cinque secoli, tra arte, teatro e devozione

En Kai Pan, Artes – Restauro e servizi per l’arte, con la collaborazione di Archeologia a Napoli organizzano una visita teatralizzata alla scoperta di un complesso di grandissimo interesse storico e artistico, l’Augustissima Arciconfraternita dei Pellegrini.

Appuntamento alle ore 10.30 all’ingresso della Chiesa della Ss. Trinità dei Pellegrini (Via Portamedina alla Pignasecca 41, accesso dal cortile dell’Ospedale dei Pellegrini)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

La quota comprende il contributo per piccole opere di restauro del patrimonio artistico del complesso.

CONTATTI E PRENOTAZIONI
347 081 9934 | eventi@archeologianapoli.com
366 240 3867 | turismo@info-artes.it
339 623 5295 | info@enkaipan.com

Prenota online su: http://archeologianapoli.com/prenotazione.html

La visita teatralizzata è un’occasione di immergersi nella storia di Napoli, con una particolare attenzione sulla fase della nascita del viceregno spagnolo, attraverso la scoperta di una struttura antica, stratificata e ricca e attraverso l’esperienza del teatro. Si visiteranno il bellissimo coro, la “Terra Santa” e gli ambienti destinati ancora oggi alla vita dell’Arciconfraternita: il Salone del Mandato, le Sale della Vestizione, la Sala degli Albi d’Oro e la Galleria dei Dipinti. La visita permetterà inoltre di ammirare due chiese: quella cinquecentesca, dedicata a Santa Maria Mater Domini, che conserva l’originario disegno della facciata, e quella settecentesca della Santissima Trinità, opera di Giovanni Antonio Medrano e Carlo Vanvitelli, magnifica per la singolare pianta a due ottagoni collegati da rettangoli.


Sabato 27 aprile visita guidata stazioni Toledo, Municipio e Garibaldi
Appuntamento ore 10.00 atrio stazione Toledo.

E’ richiesto il titolo di viaggio
Durata: 90 minuti ca.

La metropolitana dell’arte di Napoli con la spettacolarità degli ambienti di viaggio e la varietà delle opere rappresenta il più grande museo di arte contemporanea diffuso nel sottosuolo, tappa culturale obbligata per milioni di visitatori. L’Azienda Napoletana Mobilità con i servizi educativi Metro Art , curati da un team di specialisti del settore, da oltre un decennio promuove e valorizza questo ricco patrimonio di arte e architettura.

Visita con contributo: http://metroart.eventbrite.com/


Sabato 27 aprile

Visita special all’antico borgo di San Leucio e lunch in vigna alla scoperta del Pallagrello 

Appuntamento dalle ore 9:15 alle ore 9:45 (pick-up presso Centro Storico di Napoli)

Sabato 27 aprile 2019 andremo alla scoperta delle antiche seterie di San Leucio e riscopriremo uno dei vitigni più apprezzati alla corte dei Borbone: il Pallagrello.

Il tour – con partenza in minibus dal centro storico di Napoli – prevede due tappe di visita di cui la prima all’antico borgo del Real Sito di San Leucio, luogo di straordinario e avanguardistico esempio d’insediamento industriale per la manifattura serica, l’esperimento sociale della Real Colonia con la comunità degli operai, frutto dell’ambizioso programma urbanistico illuminato di Ferdinando IV di Borbone con la previsione della fondazione della città di Ferdinandopoli. San Leucio fu anche centro aziendale di valorizzazione e innovazione agricola, zootecnica e forestale il cui esempio più particolare fu la Vigna del Ventaglioun impianto ubicato tra la Reggia di Caserta e il Belvedere di San Leucio, a forma di semicerchio da cui centro si dipanavano 10 raggi contenenti le migliori viti del Regno, la cui denominazione era indicata su una lapide di travertino.

La quota comprende: progettazione, organizzazione, accompagnamento, visita guidata specializzata, light lunch a buffet con degustazione, ingressi e prenotazioni, transfer a/r Napoli, assicurazione

La quota non comprende: eventuali mance, tutto ciò non compreso nella voce “la quota comprende

il tour si effettua con il raggiungimento di numero 8 partecipanti

Info e prenotazione obbligatoria: booking@sitireali.it | 389/1034905


SABATO 27 APRILE  – ORE 10:30 

NAPOLI FUORI LE MURAIL BORGO DEI VERGINI E IL COMPLESSO DELLA MISERICORDIELLA 

La Cooperativa Sire vi invita ad un interessante itinerario che partirà da piazza Cavour,  l’antico largo delle pigne, così detto per la presenza di pini, in origine gran collettore di acque piovane che discendevano dalle varie colline fuori le mura. Su di esso affacciavano le mura settentrionali della città, ampliate nel XVI secolo per volere di Don Pedro di Toledo. Da qui ci dirigeremo verso il borgo dei Vergini, area che precede il rione Sanità ricca di importanti palazzi settecenteschi, tra i quali il Palazzo Sanfelice ed il Palazzo dello Spagnolo, caratterizzati dalla tipica scalinata sanfeliciana detta ad ali di falco. Con l’Associazione culturale SMMAVE – Centro per l’Arte Contemporanea visiteremo la chiesa di Santa Maria della Misericordia ai Vergini, detta Misericordiella, e gli ambienti annessi. Il complesso sorge nella zona d’ingresso al Borgo dei Vergini, su via Fuori Porta San Gennaro. La chiesa è parte del più ampio complesso comprendente l’ex ospedale e l’oratorio di Santa Maria della Misericordia. Oltre alla chiesa visiteremo il piccolo chiostro dell’antico ospedale della Confraternita, tutt’ora attiva, e, ad un livello inferiore, un ambiente ipogeo delle stesse dimensioni della chiesa, dall’impianto decorativo settecentesco e con funzione di terrasanta, sito al livello della chiesa originaria, successivamente interrata dai ben noti fenomeni alluvionali che nel corso dei secoli hanno caratterizzato l’area dei Vergini. L’ipogeo è tornato alla luce solo di recente grazie al lavoro volontario dell’Associazione SMMAVE di rimozione della massa di rifiuti sversati del corso del Novecento.

PROGRAMMA

10:30 – Raduno partecipanti presso porta San Gennaro, piazza Cavour, Napoli

Durata due ore circa

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436


SABATO 27 APRILE – ORE 17:30

NAPOLI AL TRAMONTO: PASSEGGIATA IN DISCESA DA CALATA SAN FRANCESCO A PIAZZA AMEDEO 

La cooperativa SIRE vi invita a percorrere, in discesa, Calata San Francesco, uno dei più antichi percorsi che nei secoli scorsi collegavano la collina del Vomero con il centro di Napoli. L’itinerario partirà dalla funicolare di Chiaia di via Cimarosa: giungendo a via Belvedere, scopriremo le origini del quartiere e ci immetteremo in quella che alle origini si chiamava Salita Vomero, come ancora ricorda una antica targa. Secondo alcuni la denominazione San Francesco deriva dalla presenza, nella parte bassa del percorso, della chiesa e annesso convento di San Francesco, risalente agli inizi del 1700. Secondo altri deriva dalla presenza, nella sua parte alta, di un complesso religioso dedicato a San Francesco di Paola costruito nel 1585. Nonostante le manomissioni arbitrarie perpetrate soprattutto nel secondo Novecento, Calata San Francesco conserva ancora una sua atmosfera d’altri tempi con meravigliosi panorami e alcune residue testimonianze storiche. La discesa, che con nomi diversi incrocia grandi arterie come Corso Vittorio Emanuele e via Tasso, arriva fino a Mergellina, ma lungo il percorso, poco prima di arrivare al mare, devieremo per via Crispi, altra significativa strada napoletana, concludendo l’itinerario a piazza Amedeo. 

PROGRAMMA

ore 17:30– raduno presso la funicolare di Chiaia in via Cimarosa

Durata due ore circa

INFO E PRENOTAZIONI  3922863436