Il famoso street artist napoletano Jorit Agoch è stato aggredito lo scorso martedì 9 ottobre all’Arenella mentre era impegnato nella realizzazione di un nuovo murales dedicato a Ilaria Cucchi e Sandro Pertini. La notizia è stata riportata da Fanpage 

L’aggressione è stata perpetrata da Pietro Lauro, un esponente dell’estrema destra, consigliere della V Municipalità di Napoli, vicino ai movimenti Casapound e Avanguardia nazionale. L’uomo avrebbe intimato perentoriamente all’artista di interrompere l’opera e andarsene. Ne è seguito un acceso diverbio. Alcuni passanti sono intervenuti evitando il peggio impedendo che il consigliere aggredisse fisicamente l’artista.

Ci sono state polemiche e manifestazioni di dissenso per l’opera d’arte nascente che, secondo alcuni “intaccherebbe” la facciata, di recente ritinteggiata.  L’artista comunque è in possesso di regolare autorizzazione del Comune e della Municipalità, per la realizzazione del murale sulla facciata della “Casa della socialità”, un edificio all’angolo tra via Menzinger e via Verrotti, commissionato dalla cooperativa “La Locomotiva” in un progetto che coinvolge anche le scuole.

L’artista, nato a Napoli da padre italiano e madre olandese, è da poco tornato in Italia dopo la disavventura del luglio scorso con l’arresto a Betlemme da parte delle forze dell’ordine israeliane mentre realizzava un murales sull’attivista palestinese Ahed Tamimi.