Avvenne il 21 agosto: 1995 Nanni Loy, regista e attore, muore a Fregene, cittadina balneare del litorale romano. Si fa conoscere dal grane pubblico con la serie televisiva “Specchio segreto”, del 1964, nella quale grazie all’uso della candid camera, la registrazione video con una macchina da presa nascosta, provoca, con grandi effetti umoristici, le più imprevedibili reazioni da parte delle ignare vittime delle burle architettate ai loro danni. Per la televisione realizza anche il film “A che punto è la notte”, del 1994, tratto dal romanzo di Fruttero & Lucentini, mentre come regista cinematografico firma i film “Detenuto in attesa di giudizio”, “Le quattro giornate di Napoli” e “Mi manda Picone”. Tra i suoi successi si annovera anche il programma radiofonico “Amore vuole dire” andato in onda per oltre 50 puntate

Segno zodiacale: Leone

leone

Si festeggia il 21 agosto: San Pio X, Santa Ciriaca di Roma , Sant’ Euprepio di Verona , San Camerino, San Lussurio

San Leucio

Nati il 21 agosto: 1939 Don Backy, cantautore, attore e pittore italiano; 1943 Lino Capolicchio, attore, doppiatore e regista italiano; 1944 Peter Weir, regista e sceneggiatore australiano; 1953 Massimo Palanca, ex calciatore italiano; 1956 Laura Morante, attrice e regista italiana; 1990 Omar El Kaddouri, calciatore belga

Aforisma: “ 24 ore di bevute in compagnia: Un giorno da beoni”

 Un giorno da leoni, Nanni Loy, 1962