Avvenne il 18 maggio: 1988 – Muore a Milano, il 18 maggio del 1988 Enzo Tortora, conduttore televisivo e radiofonico. Nato a Genova nel 1928, Tortora viene assunto dalla RAI a soli 23 anni, gli viene affidato lo spettacolo radiofonico Campanile d’oro. Del 1956 è la sua prima apparizione televisiva, ma il successo arriva nove anni dopo con la conduzione de La domenica sportiva e della prima edizione dei Giochi senza frontiere. Nel 1977, Tortora assume la conduzione di Portobello, raggiungendo l’apice del suo successo. Il 17 giugno 1983, in seguito a dichiarazioni rilasciate da alcuni collaboratori di giustizia, Tortora viene arrestato con l’accusa di associazione per delinquere di stampo camorristico. Condannato in primo grado, viene definitivamente assolto in Cassazione nel 1987. Il 20 febbraio dello stesso anno ritorna in televisione con il suo Portobello

Segno zodiacale: Toro

toro

Si festeggia il 18 maggio: Santa Bartolomea Capitanio, Santa Claudia, San Dioscuro, Sant’Erik IX, San Felice da Cantalice, San Felice di Spalato, San Giovanni I, San Leonardo Murialdo, Santi Potamone, Ortasio e Serapione, Santi Teodoto e Tecusa, San Venanzio di Camerino, Santa Vincenza Gerosa

Santa Francesca Saverio Cabrini

Nati il 18 maggio: 1931 Corrado Ferlaino, imprenditore, ingegnere e dirigente sportivo italiano; 1943 Giorgio Squinzi, imprenditore e chimico italiano; 1945 Giuseppe Ayala, magistrato e politico italiano; 1964 Paolo Vallesi, cantautore italiano; 1966 Enrico Brignano, attore, comico e regista italiano

Aforisma: “Le leggi sono come ragnatele: quando qualcosa di leggero e di debole ci cade sopra, lo trattengono, mentre se ci cade una cosa più grande, le sfonda e fugge via.”

Solone