Il 20 agosto Luciano De Crescenzo compie gli anni, Napoliflash24 gli dedica una biografia.

Buona lettura!

La storia di Luciano De Crescenzo 1°puntata

Amici lettori, stasera iniziamo  una nuova storia, quella su Luciano De Crescenzo, un altro grande personaggio. Scoprirete fatti noti e meno noti del grande ingegnere, filosofo e scrittore. Buona lettura e…se vi piace, condividetela sulle Vostre pagine Social

” La lunghezza della vita è data dal numero di giorni diversi che un individuo riesce a vivere. Quelli uguali non contano… “ .. E con questa frase che voglio iniziare a parlare di un grande scrittore, scrittore un po’ per caso, Luciano De Crescenzo. Luciano nasce a Napoli il 20 agosto del 1928, cresce in una famiglia molto numerosa nel quartiere S. Lucia assieme al suo amico Carlo Pedersoli ( il nostro Bud Spencer scomparso il 27 giugno 2016 ), un amico quasi fraterno per Luciano che viene sistematicamente difeso da Carlo che prende a pugni chiunque infastidisce Luciano. La famiglia di Luciano è numerosa, e a capo tavola all’ora di pranzo e cena, c’è la nonna che impartisce regole e da la benedizione biascicando parole incomprensibili in latino, frasi che tutti, anche i più piccoli fanno finta di capire per non suscitare dispiacere alla cara nonna.

Lavora ancora ragazzo nell’azienda di guanti gestita dal padre, poi crescendo si rende conto che deve camminare da solo. Sono gli anni ’50 quando Luciano lavora in una casa chiusa, si occupa della contabilità alla “Pensione Gianna”, e con i soldi che guadagna si paga gli studi all’università.

Luciano De Crescenzo.jpg4

Finita l’università Luciano va a lavorare all’ IBM e ci rimane per venti anni, ma Luciano è ambizioso e irrequieto, si annoia sebbene il suo lavoro è ben retribuito, stiamo parlando degli anni ’70 e di un salario di settecentomila lire, che per quell’epoca di certo non sono poche, ma dicevo, Luciano è annoiato da quella vita monotona e viene attratto sempre più dalla scrittura, scrive un libro, poi ne scrive un altro “ Così parlò Bellavista “ , dopo un po’ di tempo, ad una festa incontra Maurizio Costanzo che appassionato da quella storia gli propone di raccontarla in TV.

Costanzo

Qualche anno più tardi Luciano assieme ad un suo amico Riccardo Pazzaglia, cura la sceneggiatura e la direzione del film tratto dal suo libro, diventando in questo modo anche attore, Luciano De Crescenzo scrittore ed attore per caso. Luciano è il primo autore la cui copertina del libro viene mostrata alle telecamere, c’è da dire che il libro in questione vendette oltre 600.00 copie e fu tradotto in giapponese diventando un caso letterario. Si susseguono altri film tra cui ” Sabato, domenica e lunedì ” di Lina Wertmuller con la grande Sophia Loren, Luciano presenta anche molti programmi televisivi di grande successo, racconta la mitologia greca e la filosofia in tv in un modo quasi scanzonato tanto da rendere gli argomenti ritenuti pesanti dalla maggior parte delle persone, quasi divertenti, gradevoli, e pretende di registrare le riprese su pellicola per evitare che il tempo possa deteriorarle.

Luciano De Crescenzo.jpg3

Negli anni dal 1977 al 2000 Luciano diventa un autore di importante spessore raggiungendo un successo internazionale, pubblica circa venticinque libri con diciotto milioni di copie vendute nel mondo, solo sette milioni qui in Italia, i suoi libri vengono tradotti in diciannove lingue e diffusi in venticinque paesi al mondo. Nel 1998 con il libro ” Il tempo e la felicità ” vince il Premio Cimitile, seguono poi una lista di bellissimi romanzi a cui si aggiungono opere di saggistica per finire nel 2014 con due romanzi usciti nello stesso anno ” Gesù è nato a Napoli ” e ” Ti porterà fortuna “

DSC_0388

continua con la prossima puntata all’interno della rubrica  “La nostra storia”

Clicca qui per la “Storia di Luciano De Crescenzo

Emanuela Genta