Una palestra di boxe tra le mura della parrocchia della Sanità. Un modo per attrarre i ragazzi, per toglierli dalla strada, incanalare le loro energie nello sport, e rispondere alle tante richiesta di avere un luogo dove potersi allenare. Alla Sanità, molto spesso, i sogni diventano realtà, ed è così che oggi alle ore 11 ci sarà l’inaugurazione della palestra di boxe. L’idea, lanciata dai ragazzi del quartiere, è stata raccolta da don Antonio Loffredo, dalla Fondazione di comunità San Gennaro e dall’associazione L’Altra Napoli onlus, che, con la collaborazione del questore Antonio De Jesu, del gruppo sportivo fiamme oro e della Federazione Pugilistica Italiana, hanno realizzato il nuovo spazio aggregativo.

Agli atleti della federazione e delle fiamme oro, che fungeranno da allenatori e maestri, si aggiungerà un gruppo di giovani tutor del rione Sanità, che faranno da facilitatori ed educatori per questo nuovo percorso che coniuga sport e legalità

Alla mattinata inaugurale sono presenti il questore di Napoli  Antonio De Jesu, l’oro olimpico di boxe e appartenente alle fiamme oro Roberto Cammarelle, il presidente dell’Associazione L’Altra Napoli Onlus Ernesto Albanese, , il vice presidente della Federazione Pugilistica Italiana  Enrico Apa, il vicario episcopale della diocesi di Napoli  don Tonino Palmese e il parroco del Rione Sanità, don Antonio Loffredo, il presidente della Fondazione di Comunità san Gennaro onlus Pasquale Calemme.

         Martedì 10 luglio ore 11 – chiostro Basilica Santa Maria della Sanità, via Sanità 124, Napoli