II Episodio

1. Napoli era parte dell’impero romano e sembra che  l’imperatore romano Romolo Augusto fu spedito da Odoacre in Campania, al Castellum Lucullanum, (sul luogo dove sorge ora Castel dell’Ovo) dopodiché scomparve dalle fonti, secondo la cronache dell’epoca morì nel 476  dopodichè la città passò in mani barbare.

2. Napoli ha 4 castelli; Castel Nuovo, costruito nel 1279 da Carlo I d’Angió, Castel dell’Ovo con antiche origini, Castel Sant’Elmo, fortezza che sovrasta la città che risale almeno al 1275, e Castel Capuano che precede Castel Nuovo. E due palazzo reali. Quello di piazza Plebiscito e Capodimonte.

3. La città di Napoli è divisa in 21 diverse zone, ciascuna con il proprio stile e fascino.

4. La frase “Vedi Napoli e poi Muori” fu detta in riferimento al fatto che la città era così bella che dopo aver visto Napoli non c’era più niente da vedere, in altre parole…si poteva pure morire.

5. La città di Napoli è stata sotto il dominio di Bisanzio, sotto quello normanno, spagnolo, austriaco ed infine spagnolo, con il breve intervallo della repubblica giacobina.

6. La Funicolare di Napoli è una delle linee funicolari più lunghe al mondo e con oltre 9 milioni di passeggeri trasportati ogni anno. Essa trasporta in media 20.000 passeggeri nei giorni lavorativi, ma questo è ridotto a una media di 10.000 nei fine settimana e nei giorni festivi.

7. Maschio Angioino, conosciuto come Castel Nuovo, fu commissionato da Carlo d’Angió, capo della dinastia francese a Napoli, perché non considerando Castel Capuano un luogo adatto alle sua corte, decise di costruirsi un palazzo fortificato sul mare. Scelse l’area nota come Campus oppidi, dove c’era una piccola chiesa francescano.

8. Secondo ricerche di studiosi finlandesi e napoletani, il conte Dracula morì a sarebbe stato sepolto a Napoli nella chiesa di Santa Maria La Nova, grazie all’intercessione di sua figlia Maria Balsa, che visse alla corte di Ferdinando d’Aragona.

simona caruso