Castellammare di Stabia è il primo Comune campano ad aver aderito alla rete nazionale dei Comuni Amici della Famiglia. Con la firma di un protocollo d’intesa tra il Forum delle Associazioni Familiari della Campania e il Comune stabiese, la città delle acque farà da apripista nella costruzione della rete delle città campane che hanno a cuore l’adozione di nuove ed incisive politiche familiari. Il documento, sottoscritto il 14 settembre scorso dal Presidente regionale del Forum, Marco Giordano, e dal sindaco Antonio Pannullo, sancisce infatti la costituzione di un Tavolo Permanente per la Famiglia composto da rappresentanti del Forum e del Comune, che, riunendosi periodicamente, avrà il compito di redigere un programma di interventi concreti a sostegno delle famiglie stabiesi e di verificarne con regolarità l’attuazione e l’andamento.

In particolare il primo atto previsto è la sperimentazione del Fattore Famiglia, un correttivo della Scala di Equivalenza dell’attuale ISEE, che tiene conto degli effettivi carichi familiari (numero dei figli, presenza di disabili, di figli neonati, di figli in età scolastica, ecc..), già sperimentato con successo in 36 Comuni italiani “Amici della Famiglia”, ai fini di una più equilibrata fiscalità locale e di una più equa distribuzione delle risorse.

Il Fattore Famiglia, che prevede la compilazione da parte dei richiedenti di un questionario ad hoc ad integrazione del modello ISEE, sarà inizialmente applicato nella definizione delle graduatorie per l’attribuzione dei servizi di mensa scolastica e asili nido, e sarà individuato in base a un algoritmo che bilanci le esigenze di finanza dell’amministrazione comunale e il diritto all’assistenza, senza causare incrementi incontrollati della spesa pubblica in materia. Un atto che assume una valenza particolarmente significativa, quello dell’Amministrazione comunale stabiese, che sta cercando di traghettare il Comune fuori dal dissesto finanziario dichiarato nel 2013. «L’attenzione alla famiglia resta una priorità» – dichiara il sindaco Pannullo, già firmatario del Manifesto 3 Impegni per la Famiglia promosso dal Forum durante l’ultima tornata per le Amministrative – «Anche in un momento storico particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo, riteniamo che vadano sempre salvaguardati alcuni principi di solidarietà e sussidiarietà. Per questo abbiamo voluto subito aderire al progetto del Forum delle Associazioni Familiari. È giunto il momento in cui la politica dia spazio alle proposte formulate dalle associazioni, e in particolare da associazioni che, come quelle che confluiscono nel Forum, possano mettere in campo professionalità e competenze specifiche».

Organizzazione di secondo livello che in Campania raggruppa 27 associazioni impegnate nella promozione e nella tutela della famiglia come soggetto sociale, il Forum campano delle Associazioni Familiari, attraverso il Forum point di Castellammare-Gragnano, metterà gratuitamente il know-how dei propri associati a disposizione del Comune per l’attuazione degli interventi previsti.

«La firma di questo protocollo d’intesa è un primo, fondamentale passo verso la costruzione di una società Child&Family Friendly» – dichiara il Presidente del Forum Regionale, Marco Giordano – «Attraverso la rete dei Forum point locali, che lavorano a stretto contatto con le istituzioni del territorio con il prezioso coordinamento di Nino Di Maio, contiamo che anche altri Comuni in cui sono stati eletti candidati che hanno sottoscritto il Manifesto 3 Impegni per la Famiglia, seguano l’esempio del Comune di Castellammare di Stabia nell’adozione di interventi concreti a sostegno della Famiglia. Perché siamo convinti che il livello di benessere di questa prima, fondamentale cellula sia uno dei principali indicatori della qualità di vita della popolazione».