La stagione invernale invita a coprirsi e a vestirsi a strati, ma ciò non vuol dire che si debba rinunciare a essere eleganti. Si immagini, per esempio, di dover prendere parte a una cena di gala o a un evento mondano: prima di tutto, si deve puntare su una pelliccia ecologica o su un cappotto di classe, mentre dovrebbero essere evitate le calze molto spesse. Meglio mettere da parte anche i maglioni, a favore di abiti minimal; se non si ha intenzione di rinunciare al cachemire, si può pensare a un abbinamento con un paio di stivali in tinta. Per i cappotti c’è l’imbarazzo della scelta, ma i trend più recenti mettono in evidenza i modelli a kimono e quelli caratterizzati da un taglio più maschile. Se si decide di indossare dei pantaloni in tessuto morbido, oltre che agli stivali si può pensare ai sandali, magari accostati a dei collant originali.

Come vestirsi in inverno in discoteca

I look per la discoteca suggeriscono look smanicati e minigonne: quando ci si scatena al ritmo della musica a tutto volume, infatti, non si ha certo il problema delle temperature rigide. L’importante è che per gli spostamenti all’aria aperta ci si premunisca con sciarpe calde e cappotti ingombranti. Tra le calzature, sono molto apprezzati gli stivali al ginocchio, che con la loro versatilità hanno la capacità di adattarsi ai look più diversi e, al tempo stesso, assicurano il massimo della comodità mentre ci si trova in pista.

Ogni serata ha il suo outfit

Non bisogna mai dimenticare che in tutti i locali pubblici il riscaldamento è acceso: non ha senso coprirsi più del dovuto. Per un aperitivo da lavoro, si può prendere in considerazione l’idea di un abito di taglia mini valorizzato da tonalità cromatiche piuttosto appariscenti: a integrare il look, non può mancare un plateau stiloso insieme con dei collant coprenti. Nel caso in cui si voglia azzardare un po’ di più, non c’è niente di meglio di leggings in pelle, da indossare con un paio di stivaletti o con delle sneakers. Per la parte superiore del corpo, ci si può accontentare di una camicia o puntare, in alternativa, su un maglione over size che non solo è alla moda, ma ha anche il merito di slanciare la figura.

Come vestirsi sul posto di lavoro

Per quel che riguarda l’abbigliamento da prediligere in ufficio, o comunque sul posto di lavoro, è necessario pensare al livello di formalità richiesto dall’ambiente in cui ci si trova. Per molte donne, in effetti, non c’è alternativa rispetto al completo costituito da giacca e pantaloni a palazzo, ma sono ottimi anche i pantaloni a vita alta, meglio se insieme a una camicia sblusata. I colori possono anche essere diversi da quelli tradizionali: non è detto che essere formali costringa a essere anonime. Gli abiti over-size possono essere scelti, invece, per contesti professionali in cui non è richiesto un dress code troppo formale: in questo caso, l’imperativo è sentirsi comode, con stivali sopra il ginocchio e boots in pelle per i piedi, gonne a campana a vita alta per le gambe e maglioni crop top per il busto.

I pantaloni a palazzo

Tra i tanti capi che meritano di essere presi in considerazione per un outfit invernale, i pantaloni a palazzo si ritagliano un ruolo di primo piano per la loro capacità di adattarsi a qualsiasi corporatura, potendo essere abbinati a bluse in simil raso o camicie in seta.

A seconda dell’occasione, è importante selezionare il tipo di outfit che si è intenzionate a sfoggiare: il catalogo di OVS, mette a disposizione un ricco ventaglio di opportunità tra cui scegliere.