Il cinema come strumento di psicoanalisi con tanto di ‘seduta collettiva’ post film. “Le commedie sul lettino” da un’idea del giornalista Roberto Conte, direttore scientifico del Festival della Cinegustologia, per animare un mercoledì al mese le serate del circolo culturale napoletano “Il Clubino” (Via Luca Giordano n. 73).

Il format nasce dall’esperienza e dal lavoro scientifico dello psicoterapeuta Ignazio Senatore, fondatore di “Cinema e Psicoanalisi” e direttore scientifico del Festival cinematografico “I corti sul lettino”. Il Clubino come da copione delle sue serate mette insieme ingredienti variegati: da una cena tematica che precederà la proiezione alla ‘seduta collettiva’ che seguirà il film (il contributo associativo è di 10 euro per ogni serata). “Il cinema – spiega Ignazio Senatore, autore del volume “Curare con il cinema” – non è soltanto uno straordinario ‘attrezzo per fantasticare’, ma è anche un efficace ‘strizzacervelli’ che favorisce l’anamnesi e l’autoanalisi, portando a galla – sulla superficie dello schermo – i fantasmi, le paure, le preoccupazioni che ci portiamo dentro”.

Appuntamento inaugurale mercoledì 20 Febbraio alle 21 con uno dei registi italiani che più ha attinto nella sua filmografia da ansie, manie collettive e cliché da psicoanalisi: Paolo Genovese. Si parte con “Tutta colpa di Freud” per poi discutere, con la guida della psicoterapeuta Mariaelena Fazio, di “Amori e figli: le evoluzioni del tempo e dei tempi”.