DOMENICA 16 LUGLIO A PARTIRE DALLE ORE 18,00

inizio visita guidata ore 18
performance dalle 19,30 a cura di

Acropoli di Cuma
per la rassegna Premonizioni Cuma: un viaggio nel Mito

– ORE 18 – VISITA GUIDATA AGLI SCAVI
La nostra guida esperta vi condurrà alla scoperta della storia della madre di tutte le città greche, la Cuma del passato, con i suoi templi
e le sue terrazze panoramiche, le sue aree ancora inesplorate e le leggende a cui è legata.
Ultima, ma non ultima, la leggenda della Sibilla Cumana, il cui magico e misterioso antro è stato finalmente messo in sicurezza e riaperto al pubblico!

– DALLE 19,30 – PIANO, VOCE, DANZA, PROSA E VATICINI
Due concerti che si alternano e si fondono in questa stupenda location dal crepuscolo al tramonto ed eccezionalmente nel sito un poco di notte tra il beleverdere ed il piazzale dell’Antro. Il tutto legato da momenti di danza, il segno del tango per Orizzonti Trasversali di Alfredo Rizzi e danze quasi rituali a supporto di alcuni brani di Amarangrè di Giovanna Panza otre a brevi incursioni di prosa. TRA I DUE CONCERTI UN APERITIVO DIONISIACO con prodotti a kilometro zero. Il pubblico potrà
partecipare alla performance La sibilla e’ tornata nel famoso Antro chiedendo un vaticinio alla Pizia.

Ecco le note che riguardano i due concerti:

ORIZZONTI TRASVERSALI
una sorta di paradosso – quasi un ossimoro – per definire un percorso artistico composto da prospettive diverse, memorie di viaggi e di
atmosfere cangianti, che si inseguono e si sovrappongono, tracciando traiettorie imprevedibili e, appunto, “trasversali”.
Queste le caratteristiche dell’ultimo lavoro di Alfredo Rizzi, pianista e compositore napoletano: musica evocativa, adatta a descrivere
immagini, dove confluiscono e si fondono, in modo nuovo e originale, pianismo classico, improvvisazione jazz, reminiscenze del tango ed echi minimalistici.

Alfredo Rizzi al PIANO è accompagnato da Enzo Grimaldi fisarmonica e Arcangelo Caso violoncello

AMARANGRE’ al tramonto La cantautrice, propone dal vivo buona parte dei brani tratti del suo
album “AMARANGRE’ I brani, originali, scritti in lingua napoletana, sono supportati da sonorità mediterranee.
L’esecuzione dal vivo prevede la seguente formazione:
Giovanna Panza – voce
Edo Puccini – chitarra
Pasquale Nocerino – violino
arrangiamenti dal vivo: Edo Puccini – Pasquale Nocerino
Giovanna Panza cantante, autrice, compositrice napoletana, discendente
di una famiglia di artisti napoletani, distintisi sul piano della
pittura e della poesia. La sua biografia è consultabile sulla sua
pagina Facebook
(https://www.facebook.com/AmarangreDiGiovannaPanza/timeline [1])

A partire dalle ore 19,00 ed a più riprese anche durante i due concerti e’ possibile partecipare alla performance nell’Antro

LA SIBILLA E’ TORNATA
La performance della Sibilla nasce da un’idea di Francesco Casale ed è curata dallo stesso Guido Liotti direttore della rassegna
Un percorso, tra suoni, voci, suggestioni visive, movimenti, musiche alla ricerca della Sibilla. I “neo adepti” accoglieranno i
“postulanti” in una sorta di percorso iniziatico che porterà ognuno a consultare la Pizia, pronta a rispondere con i suoi misteriosi
vaticini. Sul fondo dell’Antro la SIBILLA OFFRIRA’ IL SUO VATICINIO AD OGNI SINGOLO SPETTATORE
Con: Anna Ragucci, Serena Esse, Livia Bertè, Nunzia Loffredo, Valentina Di Francia
La Sibilla Cumana è Cristiana Liguori

DURANTE LE DUE FASI CONCERTO INTERAZIONI DI PROSA E DANZA CON: Guido Liotti, Roberto Cervone, Livia Bertè, Elisabetta Forciniti (tango)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA per il pacchetto completo
3292885442 – 3711300813 – curiositytour@gmail.com

Puoi partecipare solo alle performance a partire dalle 19,30

Per info 3914143578 -08119133728 – 3926866064 – 3334666597 oppure l’indirizzo losguardochetrasforma@gmail.com.

***Come Arrivare:***
da Napoli:
Il Parco Archeologico e la Foresta Regionale si raggiungono prendendo la tangenziale di Napoli e uscendo a Cuma.
Bisogna poi proseguire in direzione Roma e svoltare all’incrocio di Arco Felice lungo la strada Provinciale 43. Al secondo incrocio si deve svoltare a destra e percorrere la strada Provinciale 21, via Cuma – Licola. Mantenendo la sinistra rispetto al cancello degli scavi si trova l’ingresso del Parco Archeologico Per gli appuntamenti in Foresta Regionale di Cuma (appuntamento stazione
Circumlfegrea di Cuma centro visite) una volta arrivati difronte al cancello degli scavi di Cuma (vedi sopra) si svolta a destra e dopo
pochi metri, al secondo incrocio si deve svoltare a sinistra lungo l’alberata via della Colmata, per poi svoltare nella prima traversa a
sinistra.
N.B. a partire dall’incrocio Arco Felice sono presenti anche cartelli stradali appositi con il logo della Foresta: un elefante.

A proposito dell'autore

Simona Caruso

Post correlati